Lionel Messi e la coerenza con la tagline

Lionel Messi è il miglior calciatore al mondo.

Riporto da Wikipedia:

All’età di 11 anni, gli è diagnosticata una forma di ipopituitarismo (deficienza di secrezione di somatotropina). Il Newell’s non riesce a pagare le cure,il River Plate mostra interesse nei suoi confronti, ma non ha abbastanza denaro per pagargli le cure necessarie da $ 900 al mese e il trasferimento dal Newell’s Old Boys. È quindi il Barcellona, attraverso il direttore sportivo Carles Rexach, a interessarsi al suo talento dopo averlo visto giocare in un provino ottenuto grazie a dei parenti in Catalogna e ad assicurarsi le prestazioni sportive del ragazzo, rendendosi disponibile a pagargli le cure, qualora si fosse trasferito in Spagna; non avendo a disposizione della carta su cui scrivere, Rexach gli fa firmare il contratto su un tovagliolo di carta.

Lionel Messi con la sua storia dimostra che nulla è impossibile. E chi meglio di lui può testimoniare lo slogan di Adidas? In questo caso è proprio la coerenza tra testimonial e tagline ad essere vincente.

How to win friends and influence people: Dale Carnegie

Questo libro casca a pennello. In un periodo in cui avevo deciso di vivere per assolutismi e imporre la mia personalità agli altri perchè stufa di  essere accondiscendente e accomondante, quando il Valeriacentrismo era diventato il mio motto, arriva lui: Dale Carnegie con i suoi consigli.

[Grazie Giu per averlo comprato!]

Avrei potuto continuare su questa strada, certo, ma la ideale bilancia tra i pro e i contro, pende in maniera preponderante dalla parte dei pro: il cambiamento è necessario, soprattutto quando ti incammini nella direzione sbagliata, in un percorso costellato dagli “Io! Io! Io!”.

Ho deciso di riportare le frasi significative del libro, in modo da avere un elenco pronto all’uso. Continua a leggere

TED – Isabel Allende: How to live passionately—no matter your age

Spesso la sensazione di sbagliare tutto mi attanaglia, sono presa da remore e da ansie più o meno giustificabili. Intanto penso che il tempo passa, la vita scorre e io sono sempre qui, ferma nello stesso punto da almeno 10 anni. Ogni giorno cerco una motivazione e certe volte la trovo ma altre no. Mi voglio concentrare sui giorni no. Come renderli pieni di vita, arsi dal fuoco della passione? Superare l’angoscia, superare le scuse che ti fanno arrivare a sera insoddisfatta e senza aver concluso niente. Riuscire a mantenere l’attenzione ( il focus) costante sull’obiettivo.

Ancora non ho tutte le risposte, ma mi ci sto avvicinando. Per il momento guardo questo pitch di Isabel Allende che sprigiona energia da tutti i pori.

TED – Shawn Achor: The happy secret to better work

Divertentissimo ed interessante intervento in cui Shawn Achor , CEO di Good Think Inc., ci parla di 3 azioni da compiere quotidianamente per 21 giorni che riusciranno a farci entrare in un uno stato mentale positivo. Dopo anni di ricerche , ha dimostrato che in una condizione di positività si è più produttivi e più lucidi.

Per 21 giorni è necessario

– tenere un diario in cui scriviamo 3 cose per cui siamo stati grati in quel giorno

– meditare

– atti di gentilezza gratuiti e disinteressati

In questo modo il nostro cervello e il nostro stato d’animo entreranno in uno stato di positività.

Malcolm Gladwell:Choice, happiness and spaghetti sauce.

Interessantissimo intervento di Malcolm Gladwell sull’inesistenza della “massa” come unità per misurare il successo di un prodotto.

Il soggetto del pitch è   Howard R. Moskowitz, visionario e appassionato Market Innovator che , a seguito di numerosi studi, è riuscito a capire che non basta un unico prodotto per tutti, ma bisogna dividere la massa in gruppi omogenei e creare diversi prodotti pensati per le diverse esigenze degli appartenenti ai vari gruppi.

 

 

Come creare post interessanti.

Punto 1 : Scrivere per informare&convertire

Alle persone non piace subire tentativi di vendita ma piace acquistare. E’ quindi necessario vendere il tuo prodotto senza farglielo capire:  la voglia di acquistare deve maturare spontaneamente nel lettore.

Il passo importante da fare è : convertire il lettore.

Il passaggio  che deve avvenire è il seguente :

da navigante a lettore e da lettore a cliente. 

Per fare ciò è necessario sapere cosa piace ai tuoi lettori, applicando un processo creativo inverso : SVILUPPARE IL CONTENUTO PER UN DATO PROFILO.

E’ necessario quindi capire qual è il tuo target, il tipo di persone a cui vuoi rivolgerti, poichè solo sapendo a chi è rivolto il tuo contenuto puoi crearlo in modo da far leva sulla sfera emozionale dell’ utente.

Come fare?

Continua a leggere

TED :Seth Godin.

Non sapevo chi fosse Seth Godin, fino a quando ho detto a mio marito che avrei speso 50 euro per  dei libri su come scrivere per il web. “Con tutti i contenuti gratuiti che internet ci offre, utilizza prima quelli, poi, una volta esauriti, inizia ad acquistare”. Non fa una piega. Solo che non mi muovo benissimo nelle ricerche online, ma fortunatamente ho un marito che si è interessato già a quello che mi interessa ora. Chiedi e ti sarà dato. Mi ha passato i link del blog di Seth Godin, le interviste e gli articoli su di lui e dalle interviste al pitch tenuto al TED è un attimo.

Perchè ti consiglio di vederlo.

Continua a leggere